Arte Mondadori

Arte Mondadori febbraio 2003
a Udine il paesaggio contemporaneo
Jacopo Leonardo

Tre mostre tre curatori, tre punti di vista per indagare il tema el paesaggio. Sono Four ways di Luca Beatrice, Dalla luna alla terra di Paolo Manazza e Novo paesaggio nella realtà contemporanea di Enzo Santese. Tali rassegne appena concluse a Udine (ospitate alla Galleria d’arte moderna, alla chiesa di Sant’antonio Abate e a palazzo Frisacco di Tolmezzo), vogliono tracciare una panoramica sul paesaggio contemporaneo, a iniziare dal suo concetto, sulle sue modificazioni e su come sia cambiata la nostra percezione di questo soggetto grazie “alla velocità media dello sguardo e l’ipervelocità trasmissiva nelle comunicazioni”, spiega uno dei curatori. Si parte dal paesaggio industriale e tecnologico, che racconta di progresso, automatismo ed efficienza, come nei dipinti di Andrea Chiesi e Luca Suelzu, fino a quello spaziale di Martino Coppes e agli interni di Flavio Favelli. Per continuare con le campagne solitarie di Valentina D’amaro, le città immaginarie ( come le Venezia New York) di Aldo Damioli, le rielaborazioni di un mondo impraticabile di Gaetano Bodanza, fino a quelle metafisiche e saturnali di Giovanni Manfredini. Non mancano i “paesaggi interiori”. Come nel caso delle foto di Fabrizio Orsi dove protagoniste sono donne nude, senza trucco, ordinarie e misteriose. O come nei dipinti di Federico Guida.