Exibart Ascoli Piceno

fino al 26.VIII.2003
Spazio Urbano – Progetti, Paesaggi, Visioni
San Benedetto del Tronto (ap), Palazzo Piacentini

Paesaggi futuristici elaborati in digitale, facciate di grattacieli taglienti e metallici, particolari di tessuto urbano esasperati ed evidenziati dall’ombra che li domina. Estetica del luogo e dello spazio che diventa espressione artistica…
Con Spazio Urbano – Progetti, Paesaggi, Visioni il Palazzo Bice Piacentini di San Benedetto del Tronto rinnova l’invito a visitare le sue ampie sale abitate per l’occasione dai lavori di dodici giovani artisti.
La mostra, curata da Gloria Gradassi, trasferisce lo spettatore in una dimensione architettonica modellata, proposta e vissuta come esperienza estetica, come “mondo visitabile e visibile” reso maestoso ai nostri occhi dalle opere presentate: pittura, scultura, fotografia, installazioni che viaggiano tra limite architettonico e libertà, racconto e finzione, sottrazioni materiche e bilanciamenti cromatici.
Palazzi altissimi percorsi da raggi luminosi e solcati da triangoli d’ombra, intrecci e sovrapposizioni di lame di luce a formare trame di vissuto, di spazio pensato e riprodotto per essere abitato ma percorso da potentissimi obiettivi che ne traggono tutto l’inquietante potere comunicativo. E’ il caso di Luca Suelzu, che propone degli oli su tela particolarmente interessanti sia per la scelta delle inquadrature sia per il cromatismo rigoroso: l’uso dei pieni e dei vuoti caratterizza il suo lavoro in un dialogo continuo con la luce.
Particolari urbani che solitamente passano inosservati, improvvisamente ritrovano la loro anima vibranti come corde di strumenti musicali, fermati dagli scatti dell’artista: il lavoro di Giuseppe Restano è giocato principalmente sulla qualità spaziale della superficie pittorica e sulle possibilità che ad essa sono date. Pennellate coinvolgenti come rumori metallici nell’aria, come graffi su una superficie, ma inseriti in una pittura silenziosa e ovattata. Giacomo Costa e le sue Megalopoli prolungano sul nostro corpo coltri di metallo e cemento, ci portano in una situazione di irrealtà cinematografica che si nutre delle assenze che la permeano.
Una mostra che dà il via ad una riflessione sull’attuale condizione del tessuto urbano e delle sue possibili evoluzioni, di pari passo con una società continuamente in espansione e un’architettura solitamente in dialogo con essa. Daniele Bacci mette in scena la relazione architettura-individuo attraverso la rappresentazione di figure geometriche compatte ed impenetrabili dai colori cupi, figlie di una riflessione sulla natura dell’individuo, dell’aspirazione dell’essere umano alla libertà e all’espressione. Una mostra che parla, attraverso approcci chiaramente soggettivi, delle complessità e delle problematiche insite nel quotidiano individuale e propone possibili linee risolutive, bizzarre invenzioni di design, progetti e linguaggi liberati da ideologie e codici stilistici da rispettare.
Come Stefano Calligaro che si ispira ad oggetti di uso quotidiano per realizzare le sue sculture in cartonlegno e acrilico, nella sua opera emerge chiara la dimensione ludica e il risultato formale si può definire fresco e molteplice. O le sculture di Simone Cesarini che dirige la sua ricerca ad edifici e strutture per uno specifico uso come gli impianti sportivi, ricavati da fasi progettuali che danno alle trovate architettoniche nuove letture e le rendono spiazzanti.
Andrea Chiesi attraverso una suggestiva pittura bicromatica ed essenziale, ci porta nella realtà dei cantieri, delle fabbriche, dei luoghi abbandonati dalla collettività. Dall’arte all’architettura dunque, dove ritroviamo gli affascinanti progetti di Enzo Eusebi , ingegnere ed architetto che espone strutture per parcogiochi, vere e proprie realizzazioni e riadattamenti urbani dagli anni ’90 ad oggi. katia d’angelo

mostra visitata il 5 luglio 2003 Spazio Urbano – Progetti, Paesaggi, Visioni.

A cura di Gloria Gradassi.Fino al 26 agosto 2003.
Palazzo Piacentini (Paese Alto) – Centro Arte Contemporanea, via del Consolato, San Benedetto del Tronto (Ap).
Info: 0735.585352
Orari: martedì-domenica 18.00/24.00
Catalogo disponibile “Spazio Urbano- Progetti, Paesaggi, Visioni” a cura di Gloria Gradassi.
Gli artisti invitati: Daniele Bacci, Stefano Calligaro, Simone Cesarini, Andrea Chiesi, Giacomo Costa, Enzo Eusebi, Paolo Fabiani, Pino Falcone, Marco Memeo, Saverio Pieralli/ Valentina Favi, Giuseppe Restano, Luca Suelzu indice dei nomi: Stefano Calligaro, Gloria Gradassi, Andrea Chiesi, Giacomo Costa, Enzo Eusebi